Cartoline Persiane,  Destinazioni,  Viaggi

Hammam Mirza Reza a Yazd

Passeggiando per i vicoli del centro storico di Yazd, l’antica città dell’Iran meridionale oggi Patrimonio dell’Umanità UNESCO, puo’ capitare di imbattersi nello storico hammam di Mirza Reza : l’ingresso è abbastanza anonino ma basta scendere le scale per scoprire uno dei pochi bagni tradizionali rimasti attivi in Iran.

Situato a poca distanza dalla Grande Moschea del Venerdi e dalla prigione di Alessandro, questo hammam risale ad oltre 700 anni fa (1256-1335 d.C.).

Nel mondo islamico, l’hammam è il complesso termale presso il quale i musulmani adempiono ai lavaggi rituali indispensabili prima della preghiera. L’hammam ha sin dalle origini acquisito – come in ambito romano antico e bizantino – una precisa funzione sociale, essendo un luogo ideale per incontrarsi, passare piacevolmente il tempo, curando o facendosi curare il proprio corpo, risolvendo dispute o concludendo trattative commerciali.

La separazione dei sessi non consente l’affluenza comune ai locali termali : generalmente sono quindi stabiliti orari in cui le strutture sono accessibili agli uomini ed altri riservati alle donne.

Come detto, quello di Yazd è uno dei pochi hammam persiani che non sono stati trasformati in musei o ristoranti di lusso, vale quindi la pena visitarlo e magari sottoporsi a qualche trattamento : la struttura è infatti ancora attiva ed i prezzi sono modici. Ovviamente non ci si deve aspettare il lusso di una spa moderna o l’eleganza degli hamam monumentali di Kashan, Shiraz o Isfahan, ma il personale è gentile e l’esperienza autentica.


( Tutte le foto di questo articolo sono ©Andrea Ricordi )

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *