Banconote iraniane
Viaggi

Iran, i soldi in viaggio : la guida completa

L’Iran è una destinazione sicuramente abbordabile dal punto di vista economico : la progressiva svalutazione della moneta locale rispetto all’euro da un lato ha diminuito il potere di acquisto degli iraniani, dall’altro ha contribuito ad un aumento del turismo straniero. Essendo stato isolato per molti anni, l’Iran rappresenta ancora una meta misteriosa per la maggior parte delle persone, molti aspetti della vita quotidiana sono completamente sconosciuti : sapete ad esempio che gli iraniani usano due “valute” ? O che le vostre carte di credito/debito sono completamente inutili in Iran ? Questo articolo punta a rispondere a queste e ad altre domande, a fornirvi una guida completa alla gestione del denaro durante il vostro viaggio in Iran.

La valuta ufficiale

La valuta ufficiale della Repubblica Islamica dell’Iran è il Rial (IRR). Attualmente sono in circolazione banconote da 1000, 2000, 5000, 10000, 20000, 50000 e 100000 rial : sul fronte la banconote riportano il valore in numeri persiani, sul retro trovate il valore per noi più leggibile. Esistono anche le monete ma il loro valore irrisorio le rende poco utilizzabili. In Iran esiste un doppio regime di cambio del rial verso le valute straniere : un cambio ufficiale, praticato dalle banche, ed uno libero, che è quello a cui cambierete i vostri euro. Ma andiamo con ordine.

Rial o toman ?

Appena arrivati in Iran vi accorgerete che in realtà esistono due valute : rial e toman. Non lasciatevi confondere : sebbene il rial sia la moneta ufficiale, nei pagamenti quotidiani la gente fa riferimento ai toman. Come abbiamo visto, le banconote sono in rial e per ottenere il valore in toman basta togliere uno zero : 1.000 toman equivalgono a 10.000 rial. Spesso però le persone quando parlano omettono le migliaia o i milioni : se state pagando un caffè ed il negoziante vi chiede 3 toman, significa che dovete pagare 3.000 toman (cioè 30.000 rial). Sembra molto complicato, ma dopo qualche giorno ci farete l’abitudine e nel dubbio chiedete sempre chiarimenti : i persiani sono molto gentili e ben disposti verso gli stranieri, vi spiegheranno senza problemi quanto dovete pagare.

Contanti o carte di credito ?

Punto di partenza : a causa delle sanzioni internazionali in Iran tutte le carte di credito/debito internazionali non funzionano, tutti gli ATM che vedrete in giro accettano solo carte rilasciate da banche locali. Prima di partire per il vostro viaggio dovrete quindi calcolare più o meno quanti contanti (euro o dollari) portare, li cambierete un po’ alla volta lungo il vostro itinerario : non cambiate tutto subito altrimenti vi servirà una valigia per trasportare le banconote ! Dal punto di vista della sicurezza viaggiare con molto contante non è l’ideale ma l’Iran presenta due aspetti positivi a questo riguardo : 1. il costo della vita è molto basso rispetto agli standard europei e non dovrete quindi portarvi diverse migliaia di euro (il limite doganale è comunque alto, 10.000 USD) ; 2. è un paese molto sicuro, se vi comportate con buonsenso non rischierete nulla.

Carte prepagate per turisti stranieri

Per risolvere, seppur parzialmente, il problema del contante da tenersi in tasca per tutto il viaggio, negli ultimi anni diverse banche iraniane hanno iniziato ad emettere carte prepagate per i turisti : resta però il problema del cambio applicato – non sempre corretto – e dei tempi di rilascio.

La soluzione più interessante ed innovativa arriva da due start-up iraniane :

  • Mah Card si puo’ richiedere online prima dell’arrivo e vi verrà consegnata in hotel, il cambio applicato è quello di mercato, ha un costo fisso di 19 euro e nessuna commissione per l’utilizzo, è accettata ovunque ed alla fine del viaggio potrete riconvertire i rial avanzati in euro (contanti o PayPal)

  • Iran by Bit è una agenzia di viaggi che, oltre ai servizi tradizionali, rilascia una Tourist Card utilizzabile per pagare e prelevare in tutto il Paese senza commissioni; costa 19 euro e puo’ essere acquistata e ricaricata non solo per contanti ma anche con Bitcoin !

Dove cambiare ?

Se preferite comunque portare gli euro con voi durante il viaggio, magari utilizzando un portafoglio a marsupio da viaggio come ho fatto io, potrete cambiarli in rial senza difficoltà. I contanti non si cambiano in banca, dove viene applicato il tasso di cambio ufficiale, ma nei negozi cambiavalute che si trovano – generalmente tutti nella stessa zona – nelle principali città. Si chiamano “sarafì”, sono affidabili, il tasso di cambio è esposto in vetrina o all’interno del negozio e non applicano commissioni. Nel dettaglio :

    • a Teheran : lungo Ferdowsi street, vicino alla fermata della metro, ci sono molti negozi cambiavalute. In aeroporto cambiate solo quanto basta per pagare il taxi che vi porterà in città ;
    • a Yazd : trovate un buon sarrafì proprio di fronte al Tempio del fuoco zoroastriano ;
    • a Shiraz : molti grandi cambiavalute si trovano lungo Zand Street, la lunga via commerciale vicina al castello Karim Khan ;
    • a Tabriz : Hitvan Hivan, in Imam Khomeini street ; in alternativa ci sono altri due uffici di cambio nel bazaar dei gioielli, ma sono un po’ difficili da trovare quindi dovrete chiedere in giro.

Molti hotel offrono un servizio di cambio ma non è quasi mai conveniente, quindi evitateli salvo emergenze. Nei centri minori, dove non ci sono cambiavalute, potete provare a rivolgervi alle gioiellerie che spesso hanno contante in abbondanza. Prima di cambiare controllate sempre il valore aggiornato del rial, le fluttuazioni sono frequenti.

Quanto portare ?

La risposta a questa domanda dipende ovviamente dal vostro stile di viaggio, come indicazione generale sappiate che i costi principali saranno rappresentati dai pernottamenti e dai trasporti interni : sul sito 1stQuest potete farvi un’idea dei prezzi di voli, bus, hotel. Se dormite in couchsurfing o in ostello il budget giornaliero scenderà drasticamente. La spesa per mangiare varia naturalmente dal posto in cui trovate, ma volendo dare una indicazione generale possiamo dire che con 2/3 euro mangiate in un fast-food, con 5/7 in un ristorante tradizionale, con 10/15 in uno di lusso (evitate comunque quelli solo per turisti). Gli ingressi alle attrazioni hanno un prezzo differenziato per gli stranieri ma sempre nell’ordine di pochi euro. Complessivamente l’Iran è una destinazione economica ma questo non significa che non saprà regalarvi emozioni indimenticabili … buon viaggio !

(la foto introduttiva è dell’autore dell’articolo, ©2018 Andrea Ricordi)


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *