La piazza di Isfahan
Cartoline Persiane,  Destinazioni,  Fotografia,  Viaggi

Naqsh-e Jahàn, la piazza di Isfahan


“Isfahan è la più grande e la più bella città di tutto l’Oriente, espressamente fatta per le delizie dell’amore”
(Jean Chardin, scrittore francese di viaggio, XVII secolo)


La piazza Naqsh-e Jahàn (“immagine del mondo”) è uno dei luoghi simbolo dell’Iran : costruita nel XVII secolo durante la dinastia Safavide, misura 560 metri di lunghezza per 160 metri di larghezza (per dare una idea, oltre 5 volte più estesa di Piazza del Duomo a Milano). Sulla piazza si affacciano alcuni capolavori dell’architettura persiana di epoca safavide : la moschea reale, la moschea Sheikh Lotfollah, il palazzo reale Ali Qapu e la porta di ingresso del Grand Bazaar, uno dei piu’ grandi di tutto il Medioriente.

La piazza Naqsh-e Jahàn di Isfahan (© A. Ricordi)

Il restante perimetro della piazza è costituito da botteghe che espongono alcuni degli oggetti artigianali più preziosi di Esfahan; il centro della piazza è invece un grande parco aperto dove si incontrano turisti locali e stranieri, scolaresche in gita, abitanti della città che si rilassano su una panchina o fanno uno spuntino.

Dopo la sua costruzione la piazza fu utilizzata per le celebrazioni e le cerimonie, per le parate militari, per le pubbliche esecuzioni ma anche come campo per le partite di polo, sport di antichissima tradizione in Persia.

Quando ci si arriva per la prima volta, anche dopo averla a lungo sognata ed immaginata, si resta comunque folgorati dalla sua armoniosa bellezza e dalla sensazione di trovarsi “fuori dal tempo” : il traffico è costituito solo da poche carrozze trainate da cavalli, i negozi di prodotti locali sono inseriti in modo discreto nell’architettura della piazza e la gente che la popola ne rispetta la solennità.


“Isfahan is among those rarer places, like Athens or Rome, which are the common refreshment of humanity”
(Robert Byron, scrittore inglese di viaggi, 1905-1941)


Un consiglio a chi visiterà Isfahan : cercate di tornare nella piazza in orari diversi per scoprirne la natura più autentica. Alla sera ad esempio troverete famiglie numerose riunite per un picnic sul prato, ragazzi che giocano a pallavolo davanti agli enormi ritratti di Khomeini e Khamenei, coppiette che parlano – attente agli sguardi indiscreti – al chiaro di luna : questa meravigliosa piazza vi apparirà non più solo come una grande attrazione turistica ma anche come il cuore della vita socio-culturale persiana.

Una partitella di volley notturna davanti alla Moschea dell’Imam (© A. Ricordi)

Lo spunto per questo articolo è nato dalla collaborazione con Medio Oriente e Dintorni, un blog ricchissimo di articoli originali ed interessanti che merita di essere inserito tra i vostri bookmarks : potete seguirlo anche su Facebook e su Instagram


( Tutte le foto di questo articolo sono ©Andrea Ricordi )


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *