Cartoline Persiane,  Destinazioni,  Viaggi

Il villaggio di Masuleh

Masuleh è un pittoresco villaggio nella provincia di Gilan, Iran nord occidentale, costruito su un pendio roccioso dei monti Alborz a circa 1000 metri di altitudine.

Si tratta di una località storica oggi divenuta destinazione turistica grazie alla splendida natura che la circonda ed alla caratteristica architettura “terrazzata” : i tetti delle case servono da aree pedonali e sostituiscono le strade; lo spazio calpestabile davanti alle case è di fatto il tetto delle abitazioni sottostanti. A causa di questa particolare struttura non è consentito l’accesso a nessun veicolo a motore : gli stretti vicoli e le molte scale – il villaggio è dislocato su un dislivello di oltre 100 metri – ne impedirebbero di fatto la circolazione.

Il villaggio storico di Masuleh

Il villaggio è composto da case gialle di due o tre piani che spariscono dietro la nebbia durante le prime ore del mattino. Durante una visita di Masuleh potrete perdervi nel labirinto di vicoli e stradine, acquistare artigianato locale nel piccolo bazar vicino alla moschea o fare trekking nei boschi che circondano l’abitato (magari accompagnati da una guida locale).

Il piccolo bazaar vicino alla moschea

La base ideale per visitare il Gilan è la città di Rasht, capoluogo della provincia, raggiungibile via bus/aereo dalle principali città iraniane. Da qui con un taxi collettivo si va a Fuman, una cittadina dalla quale partono minibus e taxi con una certa regolarità per Masuleh (circa 45 minuti di viaggio). Se volete fermarvi a dormire in paese potrete cenare in uno dei tanti ristorantini locali e pernottare in case private o in piccoli affittacamere, spartani ma economici. Lungo la strada che conduce al villaggio c’e’ anche un hotel che potete prenotare via web grazie a 1st Quest.

Una piazzetta con gli annunci degli affittacamere
Cena tipica in un piccolo ristorante del villaggio

Questa tipologia di villaggio “a gradoni” è abbastanza comune nell’Iran settentrionale ma solo Masuleh si è evoluto da remoto centro rurale in una popolare destinazione turistica, attraendo soprattutto i tanti turisti locali che da Tehran vengono al nord (“Shomal” in farsi) per trascorrere le vacanze.

Come tutte le destinazioni piu’ popolari, anche Masuleh genera sentimenti e giudizi contrastanti : da un lato il turismo ha in parte tolto autenticità al posto e reso meno “puro” il rapporto con chi ci vive, dall’altro basta fare una passeggiata alla sera o al mattino presto (quando tutti i turisti mordi e fuggi se ne sono andati) e ammirare il paesaggio circostante per non pentirsi di essere arrivati fin qui !

Gli splendidi paesaggi intorno a Masuleh

( Tutte le foto di questo articolo sono ©Andrea Ricordi )

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *