• Cinema

    “Il sapore della ciliegia” (film completo)

    In questi giorni passati in casa per il Covid19, abbiamo tempo di recuperare qualche classico del cinema iraniano : “Il sapore della ciliegia” è un film del 1997 diretto da Abbas Kiarostami, vincitore della Palma d’oro come miglior film al 50º Festival di Cannes. “Oggi, a distanza di oltre 20 anni, la pellicola resta una delle più intense e significative del regista iraniano; un film in cui la filosofia del senso della vita trasuda dagli anfratti crudeli della delusione e della meditazione della morte.” (Cinematographe.it) “È un film di terra, ‘Il sapore della ciliegia’ di Abbas Kiarostami. Una terra aspra, secca, che spesso riempie l’aria di polvere bianca e rossa,…

  • Cultura,  Notizie

    Capodanno persiano: buon 1399

    Oggi è il primo giorno del nuovo anno persiano : questa mattina alle 4.49 siamo entrati nel 1399, secondo il calendario in uso in Iran.. Il capodanno persiano si chiama Nowruz e ricorre in concomitanza con l’equinozio che segna l’inizio della primavera. Viene celebrato da oltre 3 mila anni, trattandosi di una tradizione di origine pre-islamica ancora oggi molto sentita. Il consueto clima di festa che caratterizza questo giorno è stato purtroppo minato dalla drammatica situazione sanitaria che l’Iran -come l’Italia- sta vivendo: molti sono comunque usciti per fare acquisti o incontrare parenti e amici, ma la maggiorparte degli iraniani sta trascorrendo questo periodo chiusa in casa. Pubblichiamo questa bella…

  • Cinema,  Cultura

    Il cinema italiano in Iran

    A partire da oggi e fino al 26 febbraio il cinema italiano sbarca in Iran : sono sette i film scelti per questa rassegna che avrà luogo in tre diverse città iraniane. Una serie di sette film italiani sarà rivista durante un programma di una settimana che si terrà in tre città iraniane dal 20 al 26 febbraio. Il festival dal titolo “Spotlight on Italian Cinema” è organizzato dall’Iran Art and Experience Cinema e dall’ambasciata italiana a Teheran e si svolge all’ Iranian Artists Forum di Teheran, al Golestan Cineplex a Shiraz e al Labkhand Cinema sull’isola di Kish. Il programma prevede la proiezione di sette film : “L’equilibrio” di…

  • Haft Sin
    Social Media

    Nowruz, il capodanno persiano (video)

    Oggi è il primo giorno del nuovo anno persiano (1398) ed inizia la primavera : ieri sera in Iran si è festeggiato quindi il capodanno secondo una antica tradizione di origine pre-islamica ancora oggi molto sentita. Nowruz (letteralmente “nuovo giorno”) è il giorno dell’equinozio di marzo e segna l’inizio della primavera nell’emisfero settentrionale. Questa data coincide quindi con il primo giorno del primo mese (Farvardin) del calendario iraniano. Due video pubblicati sui social iraniani ci raccontano attraverso immagini e musica l’atmosfera della vigilia di questa importante ricorrenza, il primo girato a Shiraz, il secondo a Teheran.

  • Cultura,  Musica

    Musica persiana : Hossein Alizadeh in Italia (video)

    Si è tenuto ieri sera al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano il concerto di musica classica persiana “Improvvisazioni”, con il quartetto del noto musicista iraniano Hossein Alizadeh. Hossein Alizadeh è un musicista e compositore nato a Teheran nel 1951, oggi considerato una delle figure più importanti nella musica persiana tradizionale e contemporanea. Ha studiato composizione e musicologia all’Università di Berlino e ha insegnato all’Università di Teheran e al Conservatorio di musica di Teheran. È stato nominato tre volte per il Grammy Award : nel 2002 e nel 2005 per il suo lavoro con l’ensemble persiano classico Masters of Persian Music, nel 2007 con il musicista armeno Djivan Gasparyan, per il…

  • Tre volti
    Cinema,  Cultura

    Tre Volti, il nuovo film di Jafar Panahi

    Esce oggi in Italia “Tre Volti”, il nuovo film del regista iraniano Jafar Panahi, premiato al Festival di Cannes 2018 come miglior sceneggiatura. Jafar Panahi Dopo diversi anni di conflitto con il governo iraniano sul contenuto dei suoi film, nel marzo 2010 Panahi venne definitivamente arrestato, accusato di propaganda contro il governo. In seguito al processo, nonostante la mobilitazione internazionale, nel dicembre 2010 venne condannato a sei anni di prigione vietandogli, per 20 anni, sia di dirigere film o scrivere sceneggiature, che di lasciare il paese. Gli è stato anche impedito di concedere interviste sia con media iraniani che stranieri. Nonostante questi divieti, Panahi è riuscito a girare – prima di…